FANDOM


Krennic-6
Star good article

" Faccia attenzione a non soffocare nelle sue aspirazioni, Direttore "

- Darth Vader a Krennic

Orson Callan Krennic, era un maschio umano originario del pianeta Lexrul , servì nella Repubblica Galattica come Tenente Comandante , dopo la formazione dell'Impero Galattico fu promosso a Comandante , grado equivalente ad Ammiraglio nella Marina Imperiale. Fu Direttore della Divisione Ricerca Avanzata dell'Esercito Imperiale che si occupava di armamenti. Compagno di studi ed amico di Galen Walton Erso , uno dei maggiori esperti di Cristalli Kyber , lo manipolò facendogli credere di collaborare ad un progetto umanitario, mentre invece lo stava facendo lavorare ad un'arma di incredibile potenza, la Morte Nera , sfruttando le sue ricerche per acquisire vantaggio nei confronti del suo acerrimo rivale Gran Moff Wilhuff Tarkin . Fu responsabile della sicurezza per il Progetto Morte Nera ed aveva al suo personale servizio un reparto di Death Trooper da usare contro l'Alleanza Ribelle o ovunque lo ritenesse opportuno. La rivalità con Wilhuff Tarkin fu una costante dei suoi ultimi anni di vita e raggiunse livelli altissimi , favorita anche dalla politica dell'Imperatore Palpatine che in qualche modo incoraggiava questi scontri, pensando che il tutto si sarebbe risolto in un vantaggio per l'Impero e per sé stesso.

Morì durante la Battaglia di Scarif , dopo aver tentato di impedire a Jyn Erso di inviare i file del progetto della Morte Nera alla Flotta dell'Alleanza Ribelle .

Ironia della sorte fu ucciso dall'arma da lui costruita, la Morte Nera, comandata dal suo rivale Wilhuff Tarkin che la usò per distruggere l'archivio Imperiale di Scarif nella speranza di evitare che i piani della Morte Nera cadessero nelle mani dell'Alleanza Ribelle.

Biografia

Primi anni

Orson Callan Krennic, nacque nella città di Sativran , sul pianeta Lexrul , nel 51 BBY , Dimostrando buone capacità ed intelligenza fu accettato nel Future Program della Repubblica Galattica sul pianeta Brentaal , dove conobbe Galen Walton Erso di cui divenne compagno ed amico.  Pur eccellendo nel settore dell'Architettura, i responsabili dei corsi notarono che aveva una grande capacità di capire cosa desiderassero le persone con cui interagiva e di manipolarle a suo vantaggio od a vantaggio dell'attività in cui era impegnato.

Alla fine dei corsi, laureatosi in ingegneria delle costruzioni, divenne una stella di prima grandezza nel Corpo degli Ingegneri della Repubblica Galattica , ciò gli consentì di ottenere la supervisione di progetti importanti sia su pianeti sia nello spazio profondo, grazie alla sua crescente influenza riuscì a far ottenere al suo amico Galen Erso una cattedra come professore in visita presso l'Istituto di Scienze Applicate.

Progetto Morte Nera

In seguito ai notevoli risultati ottenuti, Krennic venne chiamato a far parte di una organizzazione segreta, la Republic's Strategic Advisory Cell , ufficialmente veniva ancora presentato come membro del Corpo degli Ingegneri, solo gli altri componenti dell'organizzazione erano al corrente del suo coinvolgimento nelle attività nel segretissimo Republic Special Weapons Group

Nella sua nuova attività, Krennic studiò gli armamenti che erano stati costruiti su Rothana , Khuat ed altri pianeti per equipaggiare la Grande Armata Repubblicana, non solo, studiò anche gli armamenti che i Baktoid Armor Laboratories avevano costruito per la Federazione Mercantile al tempo dell'Invasione di Naboo , e le unità prodotte dalla Hoersch-Kessel Drive Inc. e da altri per le Forze Armate Separatiste.

Grazie al suo nuovo incarico entrò a far parte del ristretto gruppo che studiava la fattibilità di una nuova arma di cui la Repubblica aveva ottenuto i piani durante la Prima Battaglia di Geonosis . Non poteva sapere che quell'arma avrebbe condizionato tutta la sua vita futura e da ultimo lo avrebbe ucciso.

Nelle discussioni che seguirono, emerse l'idea che era possibile per la Repubblica costruire la nuova arma prima che ci riuscissero i Separatisti, anche perchè la struttura di base della Stazione Spaziale, ( di ciò si trattava ) era gia stata assemblata e si trovava nelle mani delle forze repubblicane, i problemi riguardavano la forza lavoro necessaria alla costruzione ed il tipo di arma da installare nella stazione per ottenere la potenza devastante desiderata.

A tale proposito Krennic ebbe un incontro con Mas Amedda . ( Mas Amedda era il Vice Presidente del Senato Galattico e uno strettissimo e fedelissimo collaboratore del Cancelliere Supremo Sheev Palpatine . ) Nell'incontro, organizzato per discutere del tipo di armamento da montare sulla stazione, Krennic suggeri  di utilizzare gli studi di Galen Erso sulle caratteristiche dei Cristalli Kyber , secondo Krennic, questi cristalli se opportunamente lavorati e montati potevano sviluppare enormi quantità di energia che sarebbe stato possibile incanalare e dirigere sul bersaglio designato con effetti devastanti, Mas Amedda si mostrò interessato e autorizzò uno studio di massima per verificare la possibilità di utilizzo. 

C'era però un problema, Galen Erso era prigioniero dei separatisti sul pianeta Vallt . Mas Amedda autorizzò Krennic ad organizzarne la liberazione, ad una condizione : Krennic avrebbe dovuto fare tutto ciò che doveva ma la Repubblica Galattica non doveva essere coinvolta a nessun titolo.


Salvataggio su Vallt

" Perché di tutti i mondi è su Vallt, ti rendi conto che Vallt sta andando verso i separatisti ? "

" Mi rendo conto, ma Vallt era un mondo fedele alla Repubblica quando il Dottor Erso ha accettato di supervisionare l'impianto di Zerpen. Era stato fatto un accordo con l'ex leadership di Vallt, il permesso di prospezioni minerarie e di costruzioni di impianti in cambio di un pacchetto di aiuti molto generoso. "

- Mas Amedda e Orson Callan Krennic

Krennic ottenne l'aiuto di Has Obitt e del suo gruppo di contrabbandieri , con loro viaggiò sino al pianeta Merj , dove con il supporto di un altro gruppo di contrabbandieri riuscirono a catturare due scienziati Morseerian. Si recarono quindi su Vallt , come dipendenti della Zerpen Industries , società per cui Galen Erso lavorava. Krennic riuscì ad organizzare uno scambio, Galen, la moglie Lyra e la figlia Jyn Erso in cambio dei due scienziati catturati, lo scambio fu accettato e Krennic si allontanò da Vallt con gli Erso. Prima che riuscissero ad entrare nell'iperspazio , furono intercettati da una nave da guerra separatista, Krennic, che si aspettava qualcosa del genere, chiamò in soccorso il Comandante Prakas , con cui aveva preso accordi, Prakas accorse con un Incrociatore Repubblicano ed aprì il fuoco contro il pianeta distruggendo la fortezza in cui erano stati reclusi Galen e la sua famiglia. Galen rimase disgustato dall'accaduto. Krennic cercò di convincere Galen ad abbandonare le sue idee pacifiste in modo che potesse collaborare agli studi della superarma, arrivò addirittura a portarlo su Grange , suo pianeta natale, semidistrutto dagli attacchi separatisti, ma neppure questo convinse Galen Erso a rinunciare alla sua neutralità. Krennic capì che se voleva l'aiuto di Galen avrebbe dovuto usare altre vie.


Rinascita dell'alveare Geonosiano

Ritornato da Vallt, Krennic organizzò  un incontro con Poggle il Minore , Arciduca dei Geonosiani , prigioniero delle Forze Repubblicane. Usando le conoscenze sui Geonosiani, che gli derivavano dai suoi studi come parte della Strategic Advisory Cell, Krennic lodò Poggle ed il lavoro svolto dal suo alveare nella costruzione di armamenti per l'Esercito Separatista e nella stesura dei piani della Morte Nera . Poggle,  consapevole del fatto che gli alveari senza guida sarebbero regrediti alle antiche usanze di lotte tra alveari, faide interne e lotte intestine, accettò di contribuire alla costruzione della stazione da battaglia.

Poco tempo dopo, Galen Erso si recò da Krennic per presentargli i piani di un impianto per la produzione di energia che avrebbero potuto costruire assieme, Krennic rifiutò. Mas Amedda, si incontrò con Krennic per chiedergli spiegazioni sul non autorizzato attacco a Vallt e sul suo incontro, anche questo non autorizzato, con Poggle, Krennic fornì tutte le spiegazioni richieste e fu talmente convincente che ottenne il pieno appoggio di Amedda per proseguire i lavori sulla Morte Nera.

Alcuni giorni dopo questi fatti, Krennic partecipò ad una riunione di Futures Program, dove fu testimone, con sua grande soddisfazione, delle accuse ( da lui abilmente suggerite ) rivolte a Galen Erso di essere un simpatizzante della causa separatista per non aver assistito attivamente la Repubblica dopo la sua liberazione su Vallt.

Krennic riportò Poggle su Geonosis dove assistette a giornate di combattimenti tra gladiatori in occasione della Festa di Meckgin , i giochi si svolsero nell'Arena Petranaki . Poggle annunciò che l'alveare avrebbe costruito la stazione spaziale, l'annuncio galvanizzò i geonosiani che ritornarono ai loro combattimenti rituali con rinnovato vigore.


La nascita travagliata della Morte Nera

Poggle nell'organizzazione del lavoro, avendo a disposizione sia droni sia Geonosiani, pensò di affidare ai droni dei lavori di routine e ripetitivi che pur essendo al di sotto delle loro effettive capacità, garantivano un aumento della produttività, pur non essendo pienamente convinto di questo, decise di procedere, i Geonosiani ottennero
Krennic-12

La Morte Nera in costruzione

velocemente dei risultati positivi e la Morte Nera cominciò ad assumere la propria forma sferica.

Intanto Krennic stava cercando di portare Galen Erso sulle sue posizioni, fece cadere l'accusa di connivenza con i separatisti , egli pensava che Erso per riconoscenza probabilmente avrebbe aderito al progetto Morte Nera se e quando glielo avesse rivelato. L'appoggio di Galen gli avrebbe dato più influenza nelle alte sfere Repubblicane e lo avrebbe portato ad affrancarsi dal dover rapportarsi con Wilhuff Tarkin che egli, ricambiato, disprezzava.

Krennic contattò Erso e lo informò di un lavoro sul pianeta Lokori , doveva essere costruito un grande impianto per la produzione di energia presso la Helical HyperCom , Galen, che era alla ricerca di un lavoro soddisfacente e che lo portasse lontano dai continui attacchi separatisti accettò.

Una notte Krennic ricevette via com-link il messaggio che i droni su Geonosis si erano ribellati e stavano distruggendo tutto il lavoro degli ultimi mesi, nonostante la resistenza dei marines che presidiavano il cantiere. Per la reputazione di Krennic fu un colpo durissimo, specialmente quando Poggle il Minore fece sapere che era stato lui ad orchestrare la rivolta, così da avere un diversivo che gli permettesse di fuggire da Geonosis per ricongiurgersi al Conte Dooku .

Progetto Potenza Celeste

Poco tempo dopo il tradimento di Poggle il Minore, le Guerre dei Cloni terminarono e la Repubblica Galattica divenne l'Impero Galattico , Krennic incontrò gli Erso sul pianeta Kanzi , a Galen era appena stato offerto un posto di responsabile amministrativo a tempo indeterminato su Lokori , ma Krennic, che conosceva bene il suo pollo, gli fece un'offerta che Galen non poteva rifiutare.

Gli offrì di partecipare al progetto Potenza Celestiale , pur non entrando nei dettagli, implicitamente gli fece capire che l'obiettivo primario del progetto era portare energia, a basso costo, ai pianeti devastati dalla guerra, come si aspettava, Galen accettò e si recò a lavorare su Coruscant in un nuovo impianto

Galen iniziò, con entusiasmo, una frenetica attività di ricerca sui Cristalli Kyber che Krennic gli aveva procurato. Krennic si incontrò con Tarkin in un cantiere sul pianeta Kartoosh , dove spiegò al suo superiore / rivale le potenzialità della Morte Nera, Tarkin accolse le affermazioni di Orson con scetticismo, mite , ma pur sempre scetticismo.Fu molto più favorevole alla proposta di selezionare alcuni pianeti da utilizzare per l'estrazione di minerali da utilizzare esclusivamente per la costruzione della stazione spaziale, anzi autorizzò Krennic ad usare la sua autorità per ottenere le risorse necessarie e metterle al più presto a sua disposizione. Per ambizione e sete di potere, Tarkin non era di certo inferiore a Krennic.

Krennic aveva l'intenzione di usare Has Obitt ed altri contrabbandieri nelle operazioni ai danni dell'Impero che costringerebbe quest'ultimo a prendere il completo controllo delle Corporazioni Minerarie, questo avrebbe dato a Krennic  le risorse di cui aveva necessità, nello stesso tempo avrebbe posto i contrabbandieri in lotta con l'Impero e perciò, a meno che non volessero essere distrutti, alle sue dipendenze, in modo da poter essere utilizzati come un suo esercito personale contro chiunque cercasse di opporsi all'aumentare della propria influenza e potere.

Nel frattempo, Lyra Erso , cominciò ad avere dei dubbi sulle vere finalità del progetto Potenza Celestiale , e confidò le proprie preoccupazioni al marito. Quello che gli Erso non sapevano era che erano sotto sorveglianza 24 ore su 24 in qualsiasi posto fossero, e che Krennic supervisionava personalmente i nastri ed i video della sorveglianza. Cominciò così a preoccuparsi dell'influenza negativa ( per lui ) che Lyra poteva avere su Galen.

Disastro su Malpaz

Mentre Galen proseguiva con le sue ricerche, Krennic aveva affidato ad un complesso industriale sul pianeta Malpaz il compito di trasformare il lavoro di Galen in qualcosa di militarmente utile, era più semplice a dirsi che a farsi, non era da tutti lavorare con i Cristalli Kyber, se non altro per la quantità di energia che si poteva sviluppare, la trasformazione di energia per uso civile in energia per uso militare implicava che la quantità di energia che normalmente verrebbe rilasciata in tempi lunghi, deve essere utilizzata istantaneamente per ottenere un effetto distruttivo, questo significava che il processo deve essere controllato e sperimentato, durante una di queste sperimentazioni accadde il disastro. Il complesso industriale esplose provocando una grave perdita di vite umane ed un massiccio esodo dal pianeta contaminato.

Krennic-11

Krennic con le insegne da comandante

Krennic riuscì a far sembrare l'accaduto come l'effetto di un attacco Ribelle, ciò che si poteva far credere alla gente era una cosa, ma al Governo Imperiale tante favole non si potevano raccontare, Mas Amedda lo convocò per esprimergli il suo disappunto, Krennic riuscì ancora una volta a volgere la stuazione a proprio vantaggio, fece intendere a Mas Amedda che se lui avesse avuto il controllo totale del progetto, certe cose non sarebbero accadute, in parole povere finchè per fare qualsiasi passo doveva avere l'approvazione di Wilhuff Tarkin non poteva garantire la sicurezza e lo sviluppo della superarma, suggerì perciò di essere promosso al grado di Contrammiraglio in modo di poter essere più autonomo, ottenne in parte ciò che voleva, fu promosso a Comandante .

A seguito di una discussione tra Lyra Erso ed un ex collega di Galen che accusava Krennic dell'incidente di Malpaz, Orson si incontrò con la famiglia Erso, e suggerì a Lyra che forse avrebbe dovuto riprendere le proprie ricerche prendendosi una pausa dalla famiglia.

Essendo riuscito ad allontanare Lyra, Krennic ricominciò i suoi tentativi con Galen, lo convocò ad un incontro privato, durante la discussione Galen esternò i dubbi di Lyra ed anche i suoi, per tutta risposta Orson gli mostro i video del disastro di Malpaz, sostenendo che fosse il risultato di un attacco dei Ribelli e che costoro intendevano seminare il caos e l'instabilità politica in tutto l'Impero.

Galen, non rendendosi conto di essere stato abilmente manipolato, si indignò nel vedere il frutto del suo lavoro distrutto da coloro che volevano approfittarne per rovinare la vita degli altri, sabotando i tentativi di ristabilire una certa normalità nei pianeti semidistrutti dalla guerra. Accettò così di lavorare più intensamente ed in totale segretezza, senza parlare del suo lavoro con nessuno, Lyra compresa.

Costruire la super arma

Assicuratosi la piena collaborazione di Galen, Krennic preparò una trappola per Tarkin, profittando del fatto che Has Obitt era molto arrabbiato per le distruzioni che aveva indirettamente causato eseguendo gli ordini di Krennic, questo lo spinse ad appoggiare Saw Gerrera nella ribellione contro l'occupazione del Sistema di Salient ( un sistema stellare situato nel Settore Corporativo della galassia ) e della sede delle Zerpen Industries da parte dell'Impero, organizzata e guidata da Wilhuff Tarkin .

Riuscito a far si che Tarkin si impegnasse personalmente nel domare la ribellione e sapendo che lo stesso non si sarebbe mai ritirato per paura di far sembrare l'Impero debole, Krennic riuscì a portare avanti i suoi piani senza che Tarkin potesse rivendicare alcun merito. Mentre Tarkin era coinvolto in combattimenti sempre più aspri nel tentativo di reprimere la rivolta, le ricerche di Galen proseguivano con successo e Krennic fu in grado di far realizzare un prototipo della nuova arma, che per evitare altri disastri decise di testare nello spazio.

Fece montare la super arma a bordo di uno Star Destroyer e la provò contro un sistema binario di buchi neri, conosciuto come gli Eroi Gemelli , il test ebbe pieno successo, il dispositivo pur essendo dimensionato ad  un cinquantesimo dell'arma reale emise più energia dell'intero Star Destroyer, confermando le ricerche di Galen Erso ed assicurando a lui ed a Krennic un posto nella storia.

Nel frattempo, Lyra ,  terminate le proprie ricerche sul pianeta Alpinn , dove era stata condotta da Has Obitt per ordine di Krennic, ritornò da Galen, ma si accorse subito che qualcosa era cambiato, non riusciva a comunicare con Galen, sempre chiuso e distante, come fosse sottoposto ad una pressione enorme. Krennic non perse tempo e le fece capire molto chiaramente che se avesse interferito con le ricerche di suo marito o le avesse in qualche modo interrotte o rallentate, ci sarebbero state delle gravi ripercussioni per la sua famiglia.

Esaltato dal successo, Krennic si recò ad un incontro con i ricercatori del progetto Potenza Celestiale sul pianeta Hypori . Una ex collega di Galen e amica di Lyra, Reeva Demesne , aveva indagato su a cosa esattamente stessero lavorando, anche perché quello che stavano facendo era qualcosa di completamente diverso da qualsiasi cosa si fosse mai vista prima.

Krennic venne accusato di usare le loro ricerche per costruire una super arma, ciò segnò la loro fine, venne infatti dato l'ordine di distruggere tutto.

Pur preoccupato per non aver ottenuto da Krennic gli ultimi aggionamenti e ossessionato dalla ricerca sui Cristalli Kyber, Galen si rese conto di aver trascurato la famiglia ed in particolare sua figlia Jyn. Lyra si era incontrata con Galen ma si era resa conto di come tutti loro fossero sotto sorveglianza ed oltre tutto, rammentava molto chiaramente le minacce di Krennic. Cercò di contattare Reeva Demesne, ma non vi riuscì, anzi scoprì che Reeva non risultava come dipendente e così pure altri conoscenti ed amici. 

Durante il suo viaggio ad Alpinn, Lyra era stata accompagnata da Nari Sable , le due donne erano divenute amiche, Nari Sable, come Lyra, credeva nella Forza e aveva molti dubbi sull'operato di Krennic, si mise perciò ad investigare per proprio conto e ben presto ebbe le prove che il disastro di Malpaz e la distruzione del Centro Ricerche di Hypori non erano stati causati dalle attività dei Ribelli ma bensì dagli imperiali stessi, trasmise i risultati delle sue ricerche a Lyra e Galen.

Per Lyra non fu altro che la conferma della doppiezza di Krennic, ma per Galen fu una catastrofe psicologica, egli si era sempre fidato di Orson che riteneva amico, ora invece dovette ammettere che era sempre stato manipolato e che Krennic aveva a cuore solo i suoi obiettivi, e per raggiungerli era disposto a tutto; si accorse anche di un'altra cosa e cioè che senza i suoi studi, Krennic non sarebbe mai riuscito a far funzionare la Morte Nera se non in tempi biblici, decise perciò di fuggire con la sua famiglia.

Cominciò ad organizzare la fuga con l'aiuto di Has Obitt che li mise in contatto con Saw Gerrera , quando fu tutto pronto Galen organizzò un incontro con Krennic, durante il quale Galen e Lyra posero Krennic di fronte alle proprie menzogne e responsabilità, Krennic si infuriò e convinto che fosse una trappola a suo danno abbandonò la riunione e ritornò al suo comando pensando al modo di dividere Galen da Lyra e Jyn, in modo da poterlo ricattare e costringerlo a proseguire le ricerche.

Mentre era in viaggio, venne raggiunto da un messaggio di Tarkin il quale con malcelata soddisfazione lo avvisava che Has Obitt era giunto su Coruscant; subito Krennic ritornò indietro, convinto che Has Obitt volesse vendicarsi facendo fuggire Galen e la sua famiglia.

Quando arrivò su Coruscant trovò Obitt tranquillo ad attenderlo ma degli Erso non v'era traccia, furibondo Krennic mise sotto sopra mezza Coruscant ma alla fine dovette arrendersi:Obitt non era mai stato in contatto con gli Erso che erano scomparsi senza lasciare traccia. Ciò che Krennic non sapeva era che Has Obitt era in realtà un agente doppio, agli ordini di Tarkin che perciò era sempre informato delle mosse di Orson.

Per Krennic fu una debacle senza pari; Mas Amedda furioso, lo chiamò a rapporto, gli rinfacciò i suoi insuccessi e lo minacciò di degradarlo a tenente comandante, ma Krennic riuscì a dissuaderlo, Mas Amedda però gli ordinò di proseguire il suo lavoro, al meglio che poteva, sotto il comando e la supervisione di Wilhuff Tarkin, Krennic dovette abbozzare, ma promise che avrebbe ritrovato Galen, ad ogni costo, senza lasciare nulla di intentato e si sarebbe ripreso il posto che gli spettava.

Orson Callan Krennic " Mi rifiuto di accettare la retrocessione a tenente comandante "

Mas Amedda " Non siete nelle condizioni di rifiutare una riduzione del vostro rango "

Orson Callan Krennic " Pochi collaboratori al progetto sanno che gli Erso sono scomparsi. La retrocessione         sarebbe interpretata come un passo falso da parte mia. Per qualcuno sarebbe un sogno che si avvera. Ero supervisore di Galen Erso, non guardia. "

- Orson Callan Krennic e Mas Amedda dopo la fuga degli Erso

La ricerca di Galen Erso

" Eravamo ad un passo dalla grandezza. Siamo stati vicinissimi a garantire pace e sicurezza per la Galassia. "

" Stai confondendo la pace con il terrore. "

" Beh, dobbiamo pur partire da qualche parte. "

- Orson Callan Krennic e Galen Erso 

Imperial Director Krennic Finds The Erso's On Lah'mu - Star Wars Rogue One-0

Imperial Director Krennic Finds The Erso's On Lah'mu - Star Wars Rogue One-0

Negli anni successivi gli scienziati Sahali e Gubacher proseguirono il lavoro ma senza troppo successo, sapevano, come anche Krennic del resto, che senza l'apporto di Galen, il completamento del progetto era pressoché impossibile, la ricerca di Galen oltre ad essere una ossessione per Krennic divenne indispensabile per tutti.

Negli anni che seguirono, Krennic nella sua qualità di Direttore dei Lavori della Morte Nera, e di membro dell'Imperial Security Bureau, aveva accesso a tutti i rapporti dei servizi segreti. Mentre la costruzione della stazione proseguiva a buon ritmo la super arma ristagnava, Krennic sempre più preso dalla ricerca di Galen non si interessava praticamente quasi più del super laser, anche in virtù del fatto che non si ottenevano progressi di sorta. 

Di questa situazione approfittò Wilhuff Tarkin per estendere la sua influenza sul progetto ed a corte, venne nominato Gran Moff e supervisore generale dell'intero progetto Morte Nera, che cominciò ad essere conosciuto come iniziativa Tarkin.

Krennic nel frattempo, senza farsi troppo notare continuava le sue ricerche e si stava organizzando, ottenne il
Krennic-9

Krennic con due Death Trooper

comando di un reparto di Death Trooper e si fece costruire una navetta personale derivata dal progetto dello Shuttle Delta T-3c costruito dalla Sienar Fleet System .

Nel 13 BBY , i suoi sforzi ebbero successo, Galen venne individuato su Lah'mu , un pianeta dell'orlo esterno, senza indugio Krennic raggiunse il pianeta con la sua navetta e suoi Death Trooper, deciso ad ottenere la collaborazione di Galen in qualsiasi modo.

Atterrò nelle vicinanze della fattoria degli Erso e trovò Galen ad attenderlo, senza tanti preamboli gli chiese di Lyra, Galen gli rispose che era morta anni prima, Krennic cercò di convincerlo a seguirlo, Galen nel tentativo di proteggere Lyra ( che non era affatto morta ) e la figlia, accettò di seguirlo, sembrava ormai fatta, ma improvvisamente comparve Lyra, armata di un blaster che puntò contro Krennic decisa ad impedirgli di portare via il marito, Orson cercò, ad onor del vero, di convincerla ad abbassare l'arma, ma non ci fu niente da fare, quando Krennic ordinò ai suoi uomini di disarmarla  , poi diede ordine ai suoi uomini di eliminarla, ma Lyra contemporaneamente lo ferì ad una spalla con un colpo di blaster,  venne comunque uccisa.

Krennic dette ordine ai suoi uomini di trovare la figlia di Galen, Jyn, ma la bimba, che aveva assistito a tutta la scena, corse a nasondersi in un nascondiglio precedentemente preparato e non fu trovata, dopo aver cercato inutilmente la bambina e documentazione in casa, caricarono Galen ed il cadavere di Lyra sulla navetta e se ne andarono.

Durante il viaggio di ritorno, Krennic cercò di convincere Galen a cooperare e riprendere i suoi studi sui Cristalli Kyber, Galen accettò, per un motivo molto semplice : sapeva che Jyn era viva e che Saw Gerrera avrebbe avuto cura di lei, ma sapeva anche che se non avesse collaborato le avrebbero dato la caccia in tutta la galassia, per usarla contro di lui, invece se avesse collaborato Jyn avrebbe avuto una vita quasi normale e lui, lavorando al progetto avrebbe potuto inserire delle criticità che portate a conoscenza dei Ribelli avrebbero consentito la distruzione della Morte Nera.

Non immaginava che questa sua decisione avrebbe dato il via ad una serie di avvenimenti che oltre a causare la sua morte e quella della figlia, sarebbe stata causa della Guerra Civile Galattica , della morte dell'Imperatore Palpatine  e della fine dell'Impero.

Giunti su Coruscant, dopo aver organizzato il funerale di Lyra, mentre Galen riprendeva le sue ricerche, Krennic passò un periodo in un serbatoio di Bacta per curarsi la ferita alla spalla destra.

Negli anni sucessivi, grazie al lavoro di Galen furono fatti significativi progressi, ogni tanto Krennic faceva filtrare delle false notizie su Jyn, tanto per tenere Galen sotto pressione ma nel complesso le cose funzionavano, mise un gruppo di scienziati agli ordini di Galen. Fece costruire una nuova struttura segreta su Eadu dove trasferì Galen ed i suoi collaboratori con il compito specifico di costruire il super laser e di risolvere i problemi causati dalla gestione dell'enorme quantità di energia ( addirittura superiore alle aspettative ) generata dall'arma.

Durante la celebrazione del Giorno dell' Impero , Krennic partecipò al Ballo Imperiale su Coruscant , qui conobbe una giornalista , Calliope Drouth , la reporter intervistò vari ufficiali presenti tra cui anche l'ufficiale di Stato Maggiore di Krennic, Tifinio , il quale senza volerlo si lasciò sfuggire un commento sul particolare interesse di Krennic per i Cristalli Kyber, ma Calliope non era solo una giornalista, era anche un'informatrice dei ribelli e tarsmetteva loro tramite messaggi cifrati contenuti nei suoi servizi le informazioni che riusciva a raccogliere, trasmise anche questa, per il Comando dell'Alleanza Ribelle non significava molto, ma per Saw Gerrera , che operava su Jedha , la notizia era importante, infatti aveva notato che i soldati imperiali stavano facendo incetta di tutti i cristalli che riuscivano a trovare, depredando perfino il tempio, non riusciva a capire a cosa servissero ma dopo il messaggio di Calliope cominciò a collegare varie voci che gli erano giunte negli ultimi tempi ed il quadro risultante non gli piacque affatto, aveva il fondato sospetto che Krennic fosse impegnato nella costruzione di un nuovo tipo di arma, per la quale i cristalli erano fondamentali, decise così di incrementare gli attacchi ai mezzi che trasportavano i cristalli.

Il cantiere di costruzione della Morte Nera, a causa delle sempre più frequenti fughe di notizie venne trasferito da Geonosis a Scarif e per impedire che i Geonosiani potessero parlare con chicchessia di ciò che era stato costruito il pianeta venne sterilizzato.

Lotta di potere con Tarkin

Negli anni successivi, i progressi furono sempre più importanti e in 2 BBY , la stazione era quasi pronta, anche la lotta tra Tarkin e Krennic si era intensificata e Tarkin era avvantaggiato dall'avere il favore dell'Imperatore, Krennic informava, praticamente ogni giorno, Tarkin dei progressi conseguiti. In questo periodo Tarkin inviò a Krennic una nota in cui lo informava che era volontà dell'Imperatore che ogni nuova tecnologia fosse ampiamente collaudata prima di essere applicata alla stazione. Nella sua risposta Krennic chiese a Tarkin se questa era la vera volontà dell'Imperatore, sia come sia, questo ennesimo scontro tra i due fornì a Galen l'opportunità di creare un punto debole nella Morte Nera. Galen posizionando il super laser nella Morte Nera, aveva fatto si che creasse problemi al raffreddamento del reattore, appellandosi alla lettera di Tarkin, chiese a Krennic di poter costruire dei condotti di ventilazione per raffreddare il reattore ; Krennic approvò, Galen fece costruire vari condotti di ventilazione, ma uno di questi era in linea retta con il reattore, e sbucava in superficie  : qualsiasi cosa fosse entrata nel condotto sarebbe finita nel reattore, magari un siluro protonico. Era il punto debole della stazione e nessuno se ne era accorto.

La stazione ormai era pronta, e Krennic propose a Tarkin di eseguire il collaudo operativo del sistema, indicando il pianeta Jedha come bersaglio, Tarkin era riluttante, non si fidava dell'operato di Krennic e temeva che se il collaudo fosse riuscito Krennic avrebbe riconquistato il favore dell'Imperatore, ordinò di effettuare il collaudo utilizzando l'arma alla minima potenza, e adducendo motivi di sicurezza, volle che Krennic assistesse al collaudo a bordo del suo Star Destroyer Executrix . Krennic obbedì all'ordine con riluttanza, non prima però di aver ordinato alle spie che aveva tra il personale di Tarkin di essere particolarmente vigili per impedire qualsiasi tentativo di sabotaggio, non si fidava assolutamente di Tarkin.

Distruzione di Jedha City

" Oh,.....è bellissimo "

- Orson Callan Krennic guardando la distruzione di Jedha City

Una volta terminata l'evacuazione delle truppe Imperiali  dalla città, venne eseguito il collaudo.

La prova riuscì perfettamente, distruggendo completamente Jedha City ed una buona parte del territorio circostante, eliminando anche Saw Gerrera ed i suoi partigiani ed il tempio, una delle ultime vestigia Jedi . Krennic era estasiato, Tarkin impressionato dalla potenza dimostrata, annunciò che da quel momento assumeva il pieno controllo della Morte Nera, ciò fece andare Krennic su tutte le furie, ebbe un violento alterco con Tarkin, gridandogli davanti a tutti che la Morte Nera era una sua creazione, che senza il suo operato non avrebbero raggiunto i risultati che erano sotto gli occhi di tutti, e che Tarkin non aveva nessun diritto di assumere il comando della Morte Nera.

Tarkin non si scompose, ma con nonchalance gli dichiarò che non vedeva come si potesse affidare il comando ad una persona incapace e responsabile di diverse violazioni ai protocolli di sicurezza, l'ultima delle quali era che un pilota di un cargo spaziale aveva disertato e passato ai Ribelli notizie, provenienti dalla divisione sviluppo di Galen Erso, concernenti la costruzione della Morte Nera ed i suoi sistemi d'arma.

Per Krennic fu l'ennesima doccia fredda, capì anche che Tarkin lo avrebbe  surclassato e ridicolizzato, ma lui poteva ancora fare qualcosa, trovare il traditore ed eliminarlo in modo esemplare, non poteva lasciare la Morte Nera nelle mani di Tarkin. Ancora furibondo Krennic se ne andò, dicendo che si sarebbe personalmente occupato del traditore.

Dramma su Eadu

Krennic e Tarkin erano convinti che la fuga di notizie non avrebbe avuto conseguenze, visto che con la distruzione di Jedha City si era impedita la diffusione delle notizie, in ogni caso, Krennic voleva il traditore. 

Giunse su Eadu e convocò tutti i collaboratori di Galen e Galen stesso sulla piattaforma di atterraggio, erano presenti: Sirro Argonne , Rasett Milio , Vlex Onopin , Ames Uravan e Feyn Vann . Dapprima si congratulò con Galen e la sua squadra per i risultati ottenuti, ma poi cambiò completamente registro, disse loro del tradimento e invitò il traditore a farsi avanti, visto che nessuno si fece avanti, ordinò ai suoi soldati di giustiziare tutti gli scienziati, Galen sipose davanti ai suoi colleghi giusto sulla linea di tiro, accusandosi del tradimento, Krennic non gli credette, lo gettò a terra ed i suoi uomini uccisero gli scienziati.

Ciò che Krennic non sapeva, era che una squadra di soldati Ribelli, guidati dal capitano Cassian Jeron Andor e comprendente la figlia di Galen, Jyn , era gia su Eadu , il capitano Andor aveva assistito a tutta la scena, attraverso il sistema di puntamento del suo fucile di precisione. Andor aveva l'ordine di eliminare Galen, ma di fronte a ciò che vedeva non riusciva a decidersi, poi vide Jyn che si stava arrampicando verso la piattaforma. In quel momento uno squadrone di X-Wing si lanciò all'attacco, dovevano essere un diversivo per permettere alla pattuglia di sganciarsi, invece fecero il lavoro. Krennic gridò ad Erso di salire sulla navetta, ma un'esplosione sulla piattaforma, fece svenire Krennic e ferì mortalmente Galen. Il capitano della navetta Pterro ed un altro ufficiale caricarono Krennic svenuto sulla navetta e riuscirono ad allontanarsi. 

Quando rinvenne, Krennic chiese di Erso, gli fu risposto che non ce l'aveva fatta, Pterro gli consegnò un messaggio di Darth Vader che era giunto finché era svenuto. Darth Vader lo convocava nel suo rifugio personale sul pianeta Mustafar , Krennic ordinò subito al capitano Pterro di tracciare la rotta diretta per Mustafar ; sapeva che non era conveniente far spazientire il Signore dei Sith .

Incontro con Darth Vader

" Ho consegnato all'Imperatore l'arma che ha richiesto. Chiedo un'udienza per essere sicuro che capisca il suo notevole...potenziale "

- Orson Callan Krennic a Darth Vader

Durante il volo verso Mustafar, Krennic si documentò su Darth Vader , il suo obiettivo era convincerlo a fargli avere un'udienza dall'Imperatore. Al suo arrivo venne ricevuto dal servitore di Lord Vader, Diener Vanee , il quale dopo averlo fatto accomodare, andò ad avvisare Lord Vader del suo arrivo. Vader lo ricevette su una piattaforma panoramica, ma non perse tempo in convenevoli, rimproverò Krennic di non aver saputo mantenere segreto il progetto  della Morte Nera, affermando che ormai era diventata più che una soluzione, un problema essa stessa. Krennic difese sé stesso ed il progetto, affermando in conclusione che egli aveva dato all'Imperatore l'arma che voleva, chiese a Vader di fargli avere un'udienza dall'Imperatore per potergli spiegare che la Morte Nera era pronta ed aveva la potenza necessaria per distruggere ogni nemico dell'Impero.

Darth Vader però non dava soverchia importanza a queste cose, era molto preoccupato invece per le voci che circolavano sulla Morte Nera, sulla distruzione di Jedha City, sull'attacco dei ribelli ad Eadu, sulle indiscrezioni su un punto debole nel progetto . Krennic cercò di giustificarsi facendo ricadere la colpa su Tarkin per l'attacco a Jedha City, ma Vader non fu per nulla impressionato da questi tentativi, ricordò a Krennic che il segreto sul progetto era di enorme importanza, se non altro per evitare uno scontro con il Senato, le autorità imperiali erano riuscite a far passare la distruzione di Jedha City come un incidente, ma bisognava essere sicuri che il tradimento di Galen Erso non avesse conseguenze, e ordinò a Krennic di verificare che non ci fossero altre fughe di notizie in modo da poter rassicurare l'Imperatore, poi fece per andarsene, Krennic, confuso dallo svolgimento del colloquio, chiese a Darth Vader se potesse considerarsi ancora in carica e se potesse parlare con l'Imperatore, Vader si girò, lo guardò senza muovere un muscolo, Krennic cominciò a sentirsi soffocare, era una sensazione orribile, ansimando cadde in ginocchio cercando in tutti i modi di far arrivare aria ai polmoni, si sentiva stringere la gola in una morsa d'acciaio, finalmente Vader lo lasciò boccheggiante sul pavimento, non prima di avergli detto di fare attenzione a non soffocare nelle proprie ambizioni, e se ne andò.

ROGUE ONE Movie Clip - Krennic Visits Darth Vader Scene 4K ULTRA HD 2016

ROGUE ONE Movie Clip - Krennic Visits Darth Vader Scene 4K ULTRA HD 2016

Diener Vanee lo accompagnò alla propria navetta, rammentandogli continuamente che essere ricevuti nel rifugio di Lord Vader era un grande onore che a pochi era stato concesso, Krennic non potè far a meno di pensare che lui a questo grande onore avrebbe rinunciato volentieri.


Morte su Scarif

" Lo scudo è chiuso. La tua trasmissione non potrà raggiungere la base ribelle. Tutte le vostre navi qui verranno distrutte. Non ho perso nulla tranne che del tempo. Tu, d'altro canto, morirai con la ribellione "

- Orson Callan Krennic a Jyn Erso 

Lasciato Mustafar, Krennic decise di seguire i consigli di Darth Vader, si diresse così su Scarif per verificare che i piani della Morte Nera fossero adeguatamente protetti, ma giunto su Scarif non gli piacque quello che vi trovò.

Il generale Sotorus Ramda ed i suoi uomini confidando sull'efficienza delle difese automatiche, erano svogliati e inefficienti, Krennic non rispose nemmeno al saluto del generale e chiese, anzi ordinò, che venisse fatta una verifica immediata di tutti i file riguardanti Galen Erso, mentre attendeva guardando il panorama di Scarif, notò delle esplosioni in distanza, si rese conto immediatamente che le forze ribelli stavano attaccando. Vedendo che gli ufficiali presenti erano come paralizzati dagli avvenimenti, assunse il comando e ordinò di far intervenire il gruppo di uomini di pronto intervento, di allarmare il resto della guarnigione e di farlo intervenire al più presto. Venne avvertito che la Flotta dell'Alleanza Ribelle era apparsa dall'iperspazio e si dirigeva verso il pianeta , Krennic dette immediatamente l'ordine di chiudere lo scudo, e di bloccare la base completamente.

Pochi istanti dopo, fu avvisato da un tenente che qualcuno era entrato nella torre dei dati, Krennic capì che l'attacco era un diversivo e che il vero obiettivo erano i piani della Morte Nera, ordinò ai suoi Death Trooper tranne due di dare man forte alla guarnigione, mentre lui con gli altri due cercava di bloccare gli infiltrati nella torre dei dati.

Nel frattempo, all'interno della torre, Jyn Erso ed il capitano Andor avevano recuperato i file del progetto Morte Nera e stavano salendo verso il trasmettitore sulla sommità per trasmettere i dati al Comando dell'Alleanza Ribelle . Krennic seguito dai due soldati riuscì ad entrare nella torre da un ingresso secondario, vide i due che si stavano arrampicando e diede ordine di aprire il fuoco, mentre Jyn proseguiva, Andor si fermò a rispondere al fuoco, e mise fuori combattimento i due soldati, fu però colpito da Krennic e cadde.

Krennic credendolo morto si lanciò all'inseguimento della ragazza che raggiunse mentre stava tentando di trasmettere i file, la bloccò e tenendole il blaster puntato contro le chiese chi fosse.

Quando seppe chi era rimase sorpreso, ma quando Jyn gli disse che il padre aveva inserito un punto deblole nella stazione e che lei l'aveva appena comunicato a tutta la galassia, sogghignò, spiegandole che essendo lo scudo tutt'ora chiuso, la sua trasmissione non poteva raggiungere nessuno e che adesso lei sarebbe morta come a breve sarebbero morti tutti i suoi amici Ribelli, ma prima che potesse porre in atto le sue intenzioni comparve Andor che gli sparò alla schiena, Jyn effettuò la trasmissione che venne raccolta dall'ammiraglia dell'Ammiraglio Raddus , poi lei e Andor se ne andarono mano nella mano, consci del sentimento nato tra loro, ma ignorando che non avrebbero mai potuto viverlo.

Krennic non era morto, era gravemente ferito, ma in cuor suo era convinto di potercela ancora fare, sollevò gli occhi al cielo e vide, bassa sull'orizzonte, vide la Morte Nera, sapeva chi era al comando, sapeva cosa stava per fare, nulla che non avrebbe fatto anche lui, Tarkin avrebbe distrutto La base di Scarif, così si sarebbe coperto le spalle, ironia della sorte, ucciso dall'arma che lui aveva forgiato, ma non sarebbe servito a nulla , ormai la trasmissione era partita, ma esisteva un Dio?. Poi capì, la discussione che aveva avuto con Galen a proposito dei condotti per il raffreddamento del reattore, quel condotto così dritto dalla superficie al reattore, per evitare turbolenze, aveva detto Galen, per non avere ostacoli direbbe ora, aveva voglia di ridere, solo che gli faceva male,  spara pure Gran Moff Wilhuff Tarkin, spara pure, tanto sei un morto che cammina, tu e tutti quelli a bordo della Morte Nera, siete tutti morti, come me, solo che non lo sapete.

Guardò la sua creatura per l'ultima volta, poi abbassò il capo e attese. 

Non dovette attendere a lungo.

Director Krennic Death

Director Krennic Death

Cosa accadde poi

Le vicende di Orson Callan Krennic, di Galen Walton Erso, di Jyn Erso si intrecciano nel grande affresco della Guerra Civile Galattica di cui sono sia i prodomi che la causa scatenante.

La conseguenza diretta delle vicende accadute su Scarif fu la battaglia di Yavin che vide la distruzione della Morte Nera, la morte del Gran Moff Wilhuff Tarkin e l'inizio della fine dell'Impero Galattico, è vero, passarono lunghi anni prima che ciò accadesse, con alterne vicende, ma tutto iniziò qui.

Personalità e carattere

" Noi siamo qui per merito mio, non vostro. "

- Orson Krennic a Wilhuff Tarkin, sostenendo il proprio diritto al comando della Morte Nera.

Ambizioso, cinico, incurante dei sentimenti altrui, manipolatore, instabile, volubile, imprevedibile, senza pietà, disposto a tutto pur di ottenere i propri scopi, conscio delle proprie capacità, inflessibile, orgoglioso, crudele, molto intelligente, a ben vedere sono le caratteristiche tipiche non solo di Krennic ma in modo più o meno accentuato di tutti gli ufficiali desiderosi di scalare la gerarchia imperiale, pensiamo, tanto per fare un esempio al suo acerrimo antagonista, Wilhuff Tarkin, a Ysanne Isard ed a tanti altri.

Non temeva il confronto con le più alte cariche del Governo Imperiale, vedi Mas Amedda o Darth Vader, anche se, in questo caso, non aveva capito chi si trovava di fronte, convinto che Lord Vader fosse uno come lui, di cui poteva servirsi per raggiungere i suoi scopi, non aveva paura di sporcarsi personalmente le mani, come quando su Eadu ordinò l'esecuzione degli scienziati, o come quando su Scarif, di fronte all'inadeguatezza del comando di presidio, prese le redini della difesa, ordinando lo spiegamento delle forze di difesa e dando personalmente la caccia a Jyn Erso ed al capitano Andor.
Krennic-2

Krennic nella sua usuale uniforme.

Conscio dell'importanza dell'apparire si vestiva  in modo eclettico ma elegante e ricercato, indossava quasi sempre una uniforme imperiale di colore bianco, tipica dei membri dell' ISB,( Imperial Security Bureau, Ufficio di sicurezza Imperiale ) alla quale univa un inusuale mantello bianco, molto elegante, fermato da alamari sulle spalle.

Era un tecnico, più interessato alle sue, anzi alla sua macchina, la Morte Nera che non alle persone ; esultò davanti allo spettacolo della distruzione di Jedha City, incurante delle migliaia di vite perdute e delle distruzioni causate, la sua creatura funzionava ! Si può pensare che fosse insensibile, sadico e crudele, anche, ma chiunque conosca un ingegnere od un progettista innamorato del proprio lavoro, non troverà l'atteggiamento di Krennic fuori luogo.

Nella successiva lite con Tarkin, Krennic, pur difendendo il proprio diritto ed ambendo al riconoscimento del lavoro svolto e dell'impegno profuso in quasi vent'anni, sembra più lo sfogo di una madre alla quale stanno per togliere il figlio prediletto, a modo suo sapeva essere capace di altruismo, quante volte è intervenuto a favore di Galen Erso, o per salvarlo dai suoi carcerieri.

In definitiva una personalità complessa, modellata sulle aspettative imperiali, difficile dire se buona o cattiva, in fin dei conti Krennic non faceva altro che il suo lavoro, con molto impegno ed entusiasmo, anche se ciò voleva dire macchiarsi di crimini o passare, senza tanti riguardi, sulle legittime aspettative di popoli innocenti. Bisogna anche considerare il fatto che c'era una guerra in corso, mascherata ma c'era, ed allora? Per l'Alleanza Ribelle era un criminale, per l'Impero era un eroe, pur scomodo, ma eroe.

Dietro le quinte

> Orson Callan Krennic è interpretato da Ben Mendelsohn nel film Rogue One: a Star Wars Story , la presenza di Mendelsohn nel film è stata annunciata il 15 Agosto del 2015, il personaggio da lui interpretato è stato rivelato nel primo teaser trailer del 07 aprile del 2016. Il suo nome è stato reso noto il 17 Maggio del 2016 nel volume Rogue One : a Star Wars Story: the Official Visual Story Guide nel catalogo Edelweiss. 

> Krennic era stato in origine concepito, da John Knoll, come personaggio per l'inedito TV Show Star Wars live action, ma la serie è stata rimandata a tempo indeterminato. Nella storia originale di Knoll, Krennic era un componente della squadra di Jyn Erso, ma in realtà era un agente doppio alle dipendenze dell' ISB.

> Mendelsohn era indeciso se far parlare Krennic normalmente o con un accento inglese altolocato, il regista del film Rogue One, Gareth Edwards , gli disse che non ne aveva bisogno, più tardi, a tal proposito commentò: " Ci si sente come se l'Impero cercando personale, andasse a cercarlo alla Royal Shakespeare Company. " aggiungendo, " Mi piace pensare  che il personaggio di Ben fosse molto classe operaia. "

>  Nella stesura originale della storia, Krennic doveva sopravvivere alla distruzione operata dalla Morte Nera su Scarif per essere ucciso da Darth Vader per non aver impedito il furto dei piani della Morte Nera, la sceneggiatura è stata cambiata in quanto il fatto che Krennic sopravvivesse alla distruzione della base di Scarif sembrava francamente esagerato.

Rogue One Orson Krennic and Death Troopers

Rogue One Orson Krennic and Death Troopers