FANDOM


Laat 1.png

Il LAAT, acronimo di Low Altitude Assault Transport, spesso definito come Cannoniera d'Attacco della Repubblica o come Cannoniera d'Assalto, era un velivolo specializzato nel trasporto di truppe, mezzi pesanti, rifornimenti e grazie al suo armamento, supporto aereo alle truppe a terra. Prodotto da Rothana Heavy Engineering, ( RHE ) è stato utilizzato dal Grande Esercito della Repubblica durante le Guerre dei Cloni , dopo la costituzione dell'Impero Galattico , i LAAT superstiti furono assegnati alla Marina Imperiale .

Durante la Guerra Civile Galattica , alcuni LAAT vennero usati dall'Alleanza per la Restaurazione della Repubblica contro guarnigioni imperiali.

Caratteristiche

Il Laat era un velivolo da trasporto / supporto tattico, era lungo 17,4 metri, con un'apertura alare di 17 metri ed un'altezza di 6,1 metri, i suoi due motori gli permettevano una velocità massima in atmosfera di 620 Km orari con l'armamento completo, ( 2 lanciarazzi con 30 razzi aria terra ciascuno, 8 missili aria aria, da 2 a 4 torrette dotate di cannoni laser , una quantità di altre armi poteva essere montata nella stiva e fare fuoco dai portelloni laterali ) ed un carico di 30 soldati equipaggiati più un Droide Medico , oppure fino a due tonnellate di materiali opure 4 Speederbike con relativi equipaggi, il vano di carico aveva un volume di 17metri cubi.

L'equipaggio era composto da un pilota, un co-pilota / addetto alle armi e da due a quattro artiglieri addetti alle torrette laser.

Il design del velivolo era caratterizzato da linee pulite, anche se concepito per essere funzionale più che elegante, la sezione anteriore, comprendente la cabina di pilotaggio , stretta in alto e che si allargava verso il basso per contenere le due postazioni laser che  gli davano un'aspetto animalesco rafforzato anche dalla posizione delle ali, montate superiormente al velivolo e piegate verso il basso.
Laat 4.jpg

Disegno di massima di un LAAT/I

Il posizionamento delle ali, comune a tutti i velivoli da trasporto ad alte prestazioni, trova la sua motivazione nella necessità di utilizzare al meglio il piano di carico, di poter atterrare su terreni di qualsiasi tipo senza paura di toccare, la possibilità di poter variare l'altezza del pavimento della stiva, e la possibilità di montare i carrelli all'esterno della stiva stessa. Lo scafo era più alto che largo e si allargava verso il basso, con una sezione pressoché trapezoidale, la stiva di carico era completamente piatta, senza nessun impedimento, terminava con un grande portellone posteriore che permetteva il carico di attrezzature ingombranti, le porte laterali del vano di carico, montate in posizione obliqua e scorrevoli verso il basso ed all'indietro venivano normalmente tenute aperte nel caso si trasportassero truppe, sia per favorire lo sbarco sia per permettere ai soldati di aprire il fuoco contro eventuali nemici a terra, implementando così le già  notevoli capacità offensive del velivolo.
Geonosis 17.png

Yoda e Soldati Clone, a bordo di un LAAT/I con portelloni laterali aperti

All'interno della stiva erano fissate delle corde e degli agganci per impedire che i soldati fossero sbalzati fuori in caso di brusche manovre durante le fasi di avvicinamento all'obiettivo e di atterraggio. 

Nonostante vi fosse la possibilità di sbarcare le truppe per mezzo di funi, senza atterrare, si preferiva scendere a terra per evitare che il velivolo fermo a mezz'aria divenisse un facile bersaglio per le armi avversarie.

L'area sopra il vano di carico era occupata da sistemi tecnici di supporto e serbatoi di carburante, La sezione della cabina di guida era l'unica parte della cannoniera completamente pressurizzata e poteva venir  utilizzata come capsula di salvataggio in una situazione di emergenza. In teoria era possibile installare sul LAAT dei sistemi di contenimento atmosferico che ne avrebbero consentito l'uso direttamente dallo spazio, ma non potevano raggiungere la quota orbitale senza l'ausilio di una nave da trasporto, il suo ambiente operativo ottimale, era in atmosfera ed a bassa quota.
Laat 6.jpg

Un LAAT in volo su Geonosis

I LAAT venivano trasportati da navi d'assalto che poi li rilasciavano a quote medio basse, ogni nave d'assalto di classe Acclamator , poteva trasportarne 80, mentre uno Star Destroyer di classe Venator circa 40 . Per esaltarne la velocità e la maneggevolezza era stata sacrificata la corazzatura : il LAAT era debolmente corazzato, divenendo così un bersaglio relativamente facile per le armi a terra, pur essendo dotato di alule laterali che gli permettevano di evoluire in ambiti molto ristretti.

Il LAAT poteva anche essere usato per missioni particolari, come incursioni dietro le linee nemiche, ricognizioni a lungo raggio e simili ; in tal caso venivano apportate delle modifiche; la schermatura delle emissioni elettromagnetiche, montaggio di dispersori di calore sui motori e smontaggio dell'armamento per alleggerire il velivolo e permettere l'installazione di serbatoi ausiliari e della strumentazione necessaria allo svolgimento della missione.

Utilizzo

Le prestazioni, la capacità di carico, la potenza di fuoco e la versatilità d'impiego, hanno fatto si che il LAAT, divenisse il cavallo da tiro del Grande Esercito della Repubblica . La missione principale era il trasporto di truppe, materiali, armamenti ovunque ve ne fosse bisogno, in prima linea come su una montagna inaccessibile, non esistevano problemi, nemmeno nell'aviosbarco, cioè lo sbarco di truppe direttamente davanti al nemico o alle sue spalle. In questi casi, le cannoniere avevano anche il compito di rendere sicuro il perimetro di atterraggio e di dare supporto di fuoco alla fanteria, l'armamento del LAAT era particolarmente idoneo all'uso aria terra, oltretutto sfruttando la sua manovrabilità era in grado di nascondersi approfittando della struttura del terreno in modo da sfuggire all'offesa avversaria.

Altre missioni tipiche erano il recupero di feriti, il rifornimento o l'evacuazione di unità circondate dal nemico, con un'autonomia di volo di circa 8 ore ed un raggio d'azione di circa 2000 Km, il LAAT era la macchina perfetta per questi compiti.

Il LAAT raramente volava da solo, normalmente venivano impiegati a gruppi, in modo che potessero proteggersi a vicenda.

Storia

Il progetto del LAAT derivava da quello di un velivolo usato dai Jedi e dalla polizia di Coruscant per svariati compiti, i prototipi iniziali vennero forniti all'Esercito Della Repubblica per la formazione e l'addestramento dei piloti.

Nel 22 BBY ,  Yoda ,  recatosi su Kamino trovò 200.000 soldati clone preparati al combattimento equipaggiati e pronti per scendere su Geonosis; nell'equipaggiamento erano inclusi 80 LAAT gia pronti e caricati a bordo di un vascello d'assalto classe Acclamator modificato.
Geonosis 10.jpg

Le cannoniere erano molto efficaci contro i Droidi Hailfire

Oltre al salvataggio dei Jedi superstiti nell'Arena Petranaki , i LAAT si rivelarono indispensabili nel proseguio della battaglia, la combinazione di attacchi aerei e terrestri e la possibilità di stabilire delle teste di ponte dietro le linee nemiche, contribuirono in modo eclatante alla vittoria del Grande Esercito della Repubblica . per non parlare poi di alcuni trasporti dell'Unione Tecnica distrutti dalle cannoniere e del fatto che erano le più attrezzate per distruggere i carri Droidi Hailfire che si dimostrarono un grosso pericolo per gli AT-TE repubblicani. 

I LAAT, parteciparono a tutte le più importanti battaglie delle Guerre dei Cloni ed anche ad una infinità di azioni minori o di supporto in ogni angolo della Galassia. Vennero realizzate delle versioni particolari per il trasporto di veicoli, per l'infiltrazione dietro le linee nemiche, ancor più potentemente armate per il supporto tattico, dotate di strumentazione potenziata per fungere da postazione di comando, controllo e comunicazione.

Alla fine delle Guerre dei Cloni, al momento della formazione dell'Impero Galattico, molti LAAT superstiti vennero assegnati alla nascente Marina Imperiale che li utilizzò fino a che gradualmente non vennero sostituiti dai MAAT         ( Multi Altitude Assault Transport ) che altro non erano che un'evoluzione del LAAT.

Molto apprezzati dagli equipaggi e dai soldati, che li soprannominarono affettuosamente " Larty ", furono oggetto di personalizzazioni, vennero cioè dipinti con colorazioni fuori ordinanza o con disegni ironici sulla prua, oppure furono ribattezzati con nomi evocativi per gli equipaggi, i più famosi furono: Lucky Lekku , Crumb Bomber , SpacewardHo! , Bantha Podoo , Pio's Bros , Separatist Nightmare , Bad Kitty , Dooku Boot e The Bug Stomper .


Guerra Civile Galattica

All'inizio della Guerra Civile Galattica ,alcuni LAAT vennero ritrovati, danneggiati ma riparabili ed utilizzati dall'Alleanza Ribelle per attaccare presidii e strutture Imperiali .

Quando venivano usati dalle Forze Ribelli, erano denominati Rebel Assault Transport o Alliance Assault Craft, a poco a poco vennero relegati a compiti di rappresentanza come trasporto di dignitari e comandanti.

Come già ricordato, vennero anche usati dalla Marina e dall'Esercito Imperiali fino a chè non furono progressivamente sostituiti dai MAAT .

Varianti

Dal progetto base, vennero estrapolate versioni per uso specifico, il LAAT/c , in grado di trasportare Camminatori e carri da combattimento direttamente sul campo di battaglia, il LAAT/v  , in grado di trasportare 16 Speederbike o 8 Landspeeder, il Muunilinst 10 LAAT, normalmente utilizzato dagli incursori o dai ricognitori avanzati, modifiche campali, vennero effettuate un po' in tutti i reparti, per adattare le macchine a condizioni di impiego particolari o a esigenze operative specifiche, tali modifiche riguardavano in particolar modo l'armamento, la strumentazione di bordo, la dotazione o meno delle bolle alari.

Mimetizzazioni particolari venivano normalmente adottate da reparti di elitè, per essere meno visibili nell'avvicinamento all'obiettivo e nello sbarco.

Almeno su un LAAT/i  fu installato un sistema di contenimento della pressione atmosferica specificamente studiato per permettere missioni nel vuoto, fu utilizzato in missioni da combattimento sub orbitali.


Dietro le quinte

La configurazione e lo spettro di missioni del LAAT, sono state ispirate da elicotteri da combattimento realmente esistenti nella realtà, in particolare dal Mil Mi 24 Hind , nelle sue varie versioni. Il velivolo in uso nell'Esercito, allora Sovietico, ora Russo, è una specie di carrarmato volante, pesantemente corazzato, al punto da essere praticamente invulnerabile al fuoco di armi leggere, pesantemente armato, con cannoni, missili aria terra ed aria aria, in grado di trasportare una squadra di soldati completamente equipaggiati e di dare supporto di fuoco alle proprie truppe, è stato ed è ancora, seppure in modo minore, la bestia nera delle truppe NATO .

Per quanto riguarda le " nose art ", si è tratta ispirazione dalle decorazioni usate su aerei militari durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare aerei americani; P 40 , P 47 , P 51 , P 38 ed altri, normalmente si tratta di disegni personali, non autorizzati dai comandi e tantomeno codificati.

LEGO, nota azienda produttrice di modelli da costruire con i famosi mattoncini, ha dedicato tre set di montaggio al LAAT, il primo nel 2002, il secondo nel 2008 ed il terzo nel 2013, i tre set comprendono una Cannoniera ciascuno, seppure concaratteristiche diverse e un gruppo di personaggi e veicoli diversi da set a set.

Nel numero 11 del fumetto Knight Errant compaiono delle navi somiglianti al LAAT,  John Jackson Miller , ha scritto ne suo blog che la somiglianza tra le navi della tarda Repubblica e il LAAT è intenzionale.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale