FANDOM


AT-TE 1
AT-TE, acronimo di All Terrain Tactical Enforcer, chiamato anche Carro Armato dei Cloni, era un mezzo polivalente utilizzato dal Grande Esercito della Repubblica durante le Guerre dei Cloni .

La sua formula costruttiva fu di ispirazione per le successive generazioni di camminatori utilizzati dall'Esercito Imperiale.

Caratteristiche

" Calpestare il bersaglio "

- Un pilota di AT-TE


L'AT-TE, costruito dalla Rothana Heavy Engineering , nei suoi cantieri ( Kuat Drive Yards ) sul pianeta Kuat .

Lungo oltre 13 metri, ( secondo altre fonti 22 ) largo 5,32 metri, alto 5,02 metri era un veicolo polivalente in grado di muoversi su qualsiasi terreno,  ed anche di arrampicarsi su pareti lisce. Il suo aspetto caratteristico ricordava un gigantesco coleottero, era in grado di trasportare 20 soldati equipaggiati più un Droide Medico I-M6 , oppure 10 tonnellate di carico utile. Aveva un'autonomia di 500 Km ed una velocità massima di 60 Km/h. L'equipaggio era costituito da 7 uomini, un pilota, comandante del veicolo, un osservatore e 5 cannonieri.

AT-TE 2

Viste principali di un AT-TE

Era completamente pressurizzato con una autonomia di aria respirabile ed approvigionamenti per tre settimane, il che lo rendeva adatto ad essere utilizzato nello spazio, come fu dimostrato durante la Battaglia di Bothawui .

Il veicolo era composto da due corpi principali collegati tra loro da un giunto a fisarmonica, questa soluzione costruttiva, permetteva all'ingombrante veicolo un' estrema maneggevolezza anche in spazi relativamente ridotti. I due corpi ed il giunto erano completamente corazzati e pressurizzati.

Nel corpo anteriore era situata la cabina di pilotaggio, sopra il pilota vi era la postazione dell'osservatore che aveva il compito di monitorare il campo di battaglia ed assegnare i bersagli ai 4 cannonieri addetti alle postazioni d'arma laterali, il quinto cannoniere era responsabile del pesante cannone principale montato in una torretta situata sopra il corpo anteriore, la torretta poteva ruotare di 360°. Alle spalle del pilota era ricavato un abitacolo che poteva contenere fino a 10 soldati equipaggiati, nel corpo posteriore erano alloggiati altri 10 soldati ed un Droide medico I-M6. Sempre nel vano posteriore erano montate delle consolle di strumentazione, trasmissioni dati ed un sistema olografico che consentiva al comandante di proiettare un'immagine aggiornata del campo di battaglia, della posizione del veicolo, di eventuali bersagli, in modo che le truppe imbarcate fossero sempre aggiornate sulle condizioni del terreno e delle forze avversarie. Delle grandi porte permettavano il rapido spiegamento delle truppe sul campo e la movimentazione di eventuali carichi. Tutti i posti a sedere erano dotati di cinture di sicurezza per assicurare l'incolumità dei soldati durante la marcia, che specie in condizione di combattimento poteva essere, per così dire, burrascosa.
AT-TE 3

Sezione di un AT-TE

Il movimento era assicurato da sei gambe ognuna dotata di un motore indipendente, le sei gambe erano situate in questo modo: due sotto il corpo anteriore, due sotto il posteriore e due sullo snodo a fisarmonica; le gambe erano leggermente inclinate verso l'esterno in modo da aumentare la carreggiata, il che, tenendo conto del fatto che erano di modesta altezza e del peso del veicolo, contribuiva ad abbassare il baricentro ed aumentare la stabilità del mezzo, il profilo relativamente basso, lo rendeva un bersaglio di più difficile individuazione, il fatto che le corazzature fossero inclinate verso l'alto, sia lateralmente che anteriormente e posteriormente aumentava la sicurezza e la capacità del mezzo di resistere al fuoco avversario. I piedi delle gambe erano di forma circolare, con quattro rebbi disposti intervallati di 90° sulla circonferenza, gli snodi permettevano il movimento sull'asse longitudinale ma non sul laterale, i piedi potevano essere magnetizzati per assicurare la presa su superfici metalliche. Ogni gamba aveva dei sensori che permettevano lo scansionamento del terreno in modo da garantire un perfetto appoggio del piede.

L'abilità del pilota / comandante stava nel riuscire a coordinare il movimento delle sei gambe in modo da assicurare una deambulazione il più efficace e morbida possibile.

L'AT-TE era dotato di uno schermo elettromagnetico che lo proteggeva da emissioni EMP e dalle radiazioni dello spazio.

L'armamento era costituito da un cannone pesante principale in grado di sparare diversi tipi di proiettili, dalle bombe ad alto esplosivo, ai missili filoguidati o teleguidati, alle bombe perforanti anti carro, l'unica pecca di quest'arma era la postazione su cui era montata che costringeva il servente in una posizione semi esposta al fuoco nemico, completavano l'armamento sei torrette sferiche, quattro anteriori e due posteriori, armate di cannoni laser di media potenza in funzione anti personale. Le munizioni erano conservate in due stive ricavate sotto gli alloggiamenti del personale nei due corpi principali. La disposizione dell'armamento principale e secondario mostra chiaramente che era un veicolo d'attacco, poteva sviluppare infatti una notevole massa di fuoco offensivo nel settore laterale anteriore del corpo anteriore.
AT-TE 4

Disposizione dell'armamento di un AT-TE

Poteva resistere a colpi di armi portatili e di armi di media potenza in dotazione alla fanteria, in determinate condizioni, grazie alle lastre corazzate inclinate, potevano resistere anche a colpi medio pesanti, però non era certo invulnerabile, la sua stessa conformazione lo rendeva sensibile ad alcuni tipi di offese, la sua sagoma lo rendeva facilmente individuabile dall'alto, esponendolo così all'offesa aerea, la relativamente scarsa altezza da terra lo faceva facile bersaglio di attacchi con mine , pericolo poi eliminato nell'AT-AT , sempre la scarsa altezza sul terreno limitava la visuale delle due torrette laser poste inferiormente sul corpo anteriore, poi chiaramente se veniva colpito da un proiettile anticarro nel giunto a fisarmonica era immobilizzato, inoltre nessuna delle sue armi era in grado di difendere la parte inferiore del veicolo.

Venne utilizzato per un'ampia gamma di missioni, dal trasporto delle truppe sul campo di battaglia, all'attacco di postazioni nemiche anche fortemente protette, come artiglieria semovente, per aviosbarchi sulla linea del fronte o addirittura dietro il fronte, utilizzando trasporti LAAT/c  appositamente modificati , per fornire supporto di fuoco alla fanteria, per il trasporto di materiali e rifornimenti attraverso terreni insidiosi ed esposti all'offesa avversaria, per l'attacco ad astronavi avversarie nello spazio.
Laat at-te gif

Furono costruite numerose varianti dell'AT-TE, una permetteva il trasporto di due AT-RT e dei relativi piloti, un'altra fu la trasformazione di alcuni AT-TE, in carri comando mobili con il compito di coordinare ed indirizzare il movimento delle colonne di AT-TE in combattimento, innumerevoli furono le modifiche estemporanee eseguite sul campo per fare fronte ad esigenze tattiche, si andava dalla rimozione dei portelloni posteriori e delle corazzature laterali del corpo posteriore per far si che i soldati all'interno potessero far fuoco, alla rimozione delle corazzature e dell'armamento superiore per aumentare la capacità di carico, chiaramente queste modifiche aumentavano la vulnerabilità del veicolo.

Storia

Quando i Kaminoani ricevettero l'incarico di sviluppare l'Esercito di Cloni, si trovarono ad affrontare il problema degli armamenti, erano specialisti in ingegneria genetica, ma non erano in grado di progettare e costruire armi, in specie armi pesanti e trasporti. Si rivolsero così alla Rothana Heavy Engineering , ( RHE ), industria specializzata nella progettazione e costruzione di armamenti di ogni tipo e dimensioni, tra le altre cose costruirono anche l'AT-TE.

L'AT-TE, non fu un progetto originale, ma la rielaborazione di un mezzo gia esistente, anni prima, l'industria aveva costruito dei pattugliatori per aziende minerarie, che spesso si trovavano ad operare in ambienti ostili o in situazioni difficili: il veicolo progettato aveva compiti di pattugliamento di aree impervie, protezione dei tecnici e dei lavoratori impegnati nelle prospezioni e nell'estrazione dei minerali, mantenimento dell'ordine nelle zone di competenza delle miniere. Per il dimensionamento e la costruzione presero spunto da un animale tipico del pianeta Rothana , l' Arctic Horny Whelmer , animali di immense proporzioni, praticamente indistruttibili ed in grado di muoversi su qualsiasi terreno.

Essendo i tempi di realizzazione piuttosto stretti, anche perché la guerra incombeva, i tecnici della RHE, ripresero il progetto di questo mezzo e lo adattarono all'uso militare secondo le specifiche fornite loro dai Kaminoani, il risultato fu l'AT-TE.

Il primo impiego operativo ebbe luogo durante la Battaglia di Geonosis che segnò l'inizio delle Guerre dei Cloni , durante la battaglia furono impiegati 2160 AT-TE, sbarcati dalle navi appoggio del Grande Esercito della Repubblica . Non tutto filò liscio, i veicoli si rivelarono vulnerabili al fuoco dei carri Droidi IG-227 Hailfire , solo dopo che questi furono decimati dalle cannoniere LAAT , gli AT-TE poterono provare la loro efficacia.

Dopo la battaglia di Geonosis, gli AT-TE furono impiegati in tutte le grandi battaglie che videro contrapposti il Grande Esercito Repubblicano e le armate separatiste, parteciparono alla Battaglia di  Munnilinst , di Jabiim , di Christophsis , di Ryloth , di Sarapin , di Bothawui , la Seconda di Geonosis , la Prima di Felucia ed innumerevoli altre.

E' interessante far notare come nella Battaglia di Jabiim gli AT-TE, si trovarono per la prima volta alle prese con un terreno particolarmente infido e reso fangoso dalle piogge incessanti, che rese molto difficoltoso l'impiego dei veicoli.

Le condizioni di impiego degli AT-TE su Jabiim furono veramente al limite delle possibilità del mezzo, a causa della scarsa mobilità e della mancanza di supporto aereo, impossibile far volare i LAAT ed i caccia in simili condizioni meteo, impedirono agli AT-TE di mettere in opera il loro potenziale, limitandosi alla scorta di convogli ed a occasionali supporti di fuoco, l'Esercito Repubblicano fu costretto a ritirarsi abbandonando ingenti quantità di materiali, tra cui anche degli AT-TE.

Nella Battaglia di Bothawui , furono usati per attaccare nello spazio le navi Separatiste, sfruttando il fatto di essere pressurizzati e dotati di schermatura EMP. Dopo la sconfitta delle forze Repubbicane ad opera della flotta separatista comandata dal Generale Grievous , solo la Task Force del Generale Anakin Skywalker resisteva , seppure in condizioni di grave inferiorità, fatto che costrinse Skywalker a ritirare le sue forze all'interno di una fascia di asteroidi, sapendo che GrIevous non poteva permettersi di lasciarsi alle spalle un avversario in grado di attaccarlo, preparò una trappola posizionando gli AT-TE ai suoi ordini sulla superficie degli asteroidi, predisponendo così una trappola in cui la sua Task Force serviva da esca e gli AT-TE del Capitano Rex da forza d'attacco. Come previsto, Grievous entrò con le sue navi nella fascia di asteroidi inseguendo le forze Repubblicane, fu attaccato sui fianchi dagli AT-TE e prima che potesse reagire efficacemente, molte sue navi vennero danneggiate dal fuoco avversario e divennero facile preda dei bombardieri repubblicani, Grievous fu costretto a ritirarsi.

Una divisione di AT-TE fu impiegata nei combattimenti per la liberazione di Christophsis , la battaglia fu caratterizzata
AT-TE 8

Gli AT-TE utilizzati dal Generale Skywalker durante la Battaglia di Bothawui.

dal tradimento del sergente Clone Slick , che passò informazioni sulla strategia delle forze repubblicane ai separatisti e sabotò il deposito di armamenti dell'Esercito della Repubblica, causando la distruzione di alcuni AT-TE, il tradimento di Slick permise ai Separatisti di tendere una micidiale imboscata alle forze della Repubblica che furono costrette sulla difensiva, grazie al tempestivo arrivo di rinforzi, riuscirono a respingere le forze separatiste ed a contrattaccare, conseguendo la vittoria, l'apporto degli AT-TE fu determinante per la riuscita dell'operazione. Molti AT-TE furono impiegati nella campagna per la liberazione di Ryloth , al di là dello svolgimento dei combattimenti, è da segnalare il fatto che gli AT-TE, si trovarono in combattimento diretto con gli AAT separatisti, l'azione provocò
Ryloth 1

Gli uomini dello Squdrone Fulmine attccano e distruggono gli AAT

molte perdite da ambo le parti, e fu risolto a favore delle forze Repubblicane dall'intervento dello Squadrone Fulmine , dotato di AT-RT , che distrusse molti AAT. Il combattimento mostrò i limiti del veicolo nel confronto con mezzi corazzati veri e propri, e dimostrò la necessita di poter disporre di mezzi più pesanti e con armamento potenziato.

L' impiego di gruppi misti di AT-TE e AT-RT, si dimostrò molto efficace, in quanto gli AT-RT, pur essendo leggeri rispetto agli AT-TE, erano molto agili e sufficientemente armati per dare supporto alle formazioni di AT-TE, però questo non faceva altro che dimostrare l'inadeguatezza dell' AT-TE in determinate situazioni, oltre a ciò, si distoglievano gli AT-RT dal loro compito specifico, ricognizione ed infiltrazione e si esponevano gli equipaggi altamente selezionati ed addestrati ad inutili e non remunerative perdite. Ciò fu dimostrato durante la Battaglia di Khorm e portò allo sviluppo dell' AT-AP .

Durante la Seconda Battaglia di Geonosis , molti AT-TE furono impiegati nei combattimenti subendo gravi perdite specialmente nella fase di atterraggio, ciò pose il problema della vulnerabilità dei trasporti LAAT/c nell'impiego sulla linea del fronte o comunque in zone battute dal fuoco nemico, le cosiddette " zone calde ". Ad ogni modo gli AT-TE furono determinanti nella difesa della zona di sbarco e nel salvataggio di Obi-Wan Kenobi , fornendo il supporto di fuoco necessario affinché i cloni Waxer e Boil potessero recuperare il generale, contribuirono alla distruzione degli scudi protettivi della nuova fabbrica d'armi di Poggle il Minore , si scontrarono anche con i primi prototipi del nuovo Super Carrarmato  separatista, lo scontro dimostrò l'enorme superiorità dei nuovi carri, non solo sugli AT-TE, ma su qualsiasi tipo di artiglieria Repubblicana, fortunatamente furono distrutti dall'azione di Anakin Skywalker e della sua Padawan Ahsoka Tano che riuscirono a sabotare un ponte mentre i carri lo stavano attraversando, facendoli precipitare nel vuoto.

Nella prima battaglia di Felucia gli AT-TE ebbero un ruolo limitato ed i pochi veicoli presenti furono distrutti in combattimento.

Quasi alla fine delle Guerre dei Cloni , la 182° Legione ebbe l'ordine di riconquistare il pianeta, la legione utilizzò anche alcuni AT-TE che vennero distrutti in combattimento, la reazione Separatista e le condizioni ambientali provocarono l'annichilimento della 182°. Un mese dopo un contingente della 501° Legione agli ordini di Aayla Secura fu inviata su Felucia alla ricerca dell'unità perduta, dopo aver stabilita una zona di atterraggio, i Cloni della 501° riuscirono a riattivare alcuni AT-TE ed attaccare le forze separatiste che vennero sconfitte, poco tempo dopo, la 501° fu chiamata ad altri compiti e fu rimpiazzata dal 327° Corpo sempre agli ordini di Aayla Secura che completò l'occupazione e la pacificazione del pianeta.

La lunga campagna di Felucia evidenziò la difficoltà per gli AT-TE di operare in un ambiente tropicale, nella giungla infatti gli AT-TE si muovevano con difficoltà , impediti dalla fitta vegetazione che oltretutto limitava la visuale dell'osservatore ed i campi di tiro delle armi, ma questo limite non era solo dell'AT-TE, ma di qualsiasi mezzo corazzato, di qualsivoglia esercito.

Un AT-TE fu usato dal Comandante Cody per cercare di uccidere Obi-Wan Kenobi dopo aver ricevuto l'Ordine 66 , ma il colpo non uccise Obi-Wan, lo fece cadere in un corso d'acqua, creduto morto, riuscì a salvarsi.

Nel frattempo, i tecnici della RHE, cercavano di ovviare ai difetti che proseguendo l'impiego operativo, man mano emergevano, vennero prodotti gli AT-HE ( All Terrain Heavy Enforcer ) in pratica un AT-TE, più grande, più
AT-HE 2

AT-HE

pesantemente armato, con gambe più lunghe e ridotte da sei a quattro, per aumentare i campi di tiro, furono progettate e costruite le prime serie dell'AT-AT , divenuto famoso durante la Guerra Civile Galattica  
UTAT 1

UT-AT

, l'UT-AT ( Unstable Terrain Artillery Transport ) , noto come "Tridente" più grande e pesantemente armato dell'AT-TE, con al posto delle gambe una serie di sci che lo rendevano particolarmente adatto a terreni instabili e scivolosi, come dimostrò con successo su Mygeeto e Cato Neimoidia, concepito dopo le difficoltà avute dall'AT-TE durante la campagna di Jabiim e l'AT-OT (  All Terrain Open Transport ) , una versione ad otto gambe dell'AT-TE, costruito appositamente per il trasporto di truppe, poteva trasportare fino a 34 soldati 
AT-OT 1

AT-OT

equipaggiati ed alloggiati nel corpo del mezzo senza corazzatura superiore in modo che potessero aprire il fuoco dall'interno del veicolo.
AT-AP1

AT-AP

Altro veicolo utilizzato durante le Guerre dei Cloni fu l'AT-AP , (  All Terrain Attack Pod ), non era propriamente un derivato dell'AT-TE, ma ne utilizzava molti componenti, sistemi di controllo e d'arma.

Molte altre azioni videro coinvolti gli AT-TE ed i  suoi dervati, sarebbe impossibile enumerarli tutti, alla fine della guerra, molti AT-TE erano in servizio nel Grande Esercito Repubblicano e furono ereditati dal nuovo Esercito Imperiale che man mano che riceveva i nuovi AT-AT, li relegò a compiti di seconda linea oppure li impiegò su mondi tecnologicamente arretrati come Maridun , Jabiim o remoti come i mondi del Sistema di Atoan .

Molti furono modificati per svolgere compiti ausiliari, a volte alcuni furono utilizzati per dare supporto di fuoco agli AT-AT od ai carri Juggernaut , ma furono impieghi sporadici, molti rimasero ad arrugginire nei depositi Imperiali. Dopo la Battaglia di Kalist VI , un AT-TE fu attrezzato come bulldozer apripista, dotato di una gru ed utilizzato per lo sgombero delle macerie e la riattivazione della base

Finita la guerra, la relativa abbondanza di AT-TE, abbandonati o dimenticati in sperduti pianeti o basi dimenticate ne favorì l'uso da parte di bande criminali, come la banda Weequay che operava nello Spazioporto di Sriluur .   

Anni dopo la fine delle Guerre dei Cloni , il Capitano Rex , il Comandante Gregor e Wolffe , vivevano in un AT-TE
AT-TE 7

AT-TE di Rex, Gregor e Wolfe su Seelos

modificato e reso abitabile, sul pianeta Seelos . Vennero coinvolti loro malgrado nelle attività dei Ribelli di Lothal e si trovarono a combattere contro tre AT-AT mperiali al fianco dei Ribelli. Rex,dopo il combattimento, si unì ai Ribelli, mentre Gregor e Wolffe continuarono la loro vita su Seelos.

Alcuni AT-TE furono recuperati, riattivati e modificati dalle forze dell'Alleanza Ribelle per essere utilizzati come veicoli d'attacco durante la Guerra Civile Galattica.

Conclusioni

E' difficoltoso esprimere un giudizio obiettivo sull'AT-TE, chiaramente dal punto di vista tecnico era un veicolo affidabile, in grado di operare su qualsiasi terreno, con buone capacità di trasporto ed armamento adeguato, aveva però delle limitazioni derivanti per lo più dalle sue origini.

Si trattava infatti di un adattamento a scopi militari di un progetto nato per usi civili, la frettolosa messa a punto, sotto l'incalzare degli avvenimenti ed il fatto di non avere modelli di riferimento, ebbero il loro peso nel risultato finale.

Era, fondalmentalmente un mezzo da combattimento onesto, vero e proprio cavallo da tiro dell'Esercito Repubblicano, utilizzato in tutte le situazioni e capace di svolgere un'ampia gamma di missioni, in mani capaci era formidabile, aveva delle limitazioni, doveva essere usato con adeguato supporto aereo, aveva dei campi di tiro limitati, era sensibile ai colpi delle armi pesanti e alle mine, la posizione del servente del cannone principale era troppo esposta, micidiale se usato a massa contro la fanteria avversaria , si trovava in difficoltà se contrapposto a mezzi corazzati. 

Si cercò di porre rimedio a questi problemi con lo sviluppo di una serie di mezzi che seppur derivati dall'AT-TE, cercavano di superare le limitazioni intrinseche nel progetto originario, ma esse vennero quasi completamente superate solo con la piena operatività di un nuovo veicolo, l'AT-AT.

Dietro le quinte

> Gli AT-TE, non vengono mai nominati nel film " L'attacco dei Cloni ", pur comparendo in numerose sequenze, il loro nome viene conosciuto nei videogiochi, nei quali compaiono e in libri, fumetti e pubblicazioni accessorie.

> A differenza del suo successore, l'AT-AT, l' AT-TE non viene mai mostrato come una macchina inarrestabile, anzi in parecchi casi basta un colpo per eliminarlo, nei video giochi, in particolare in Star WarBattlefront è molto più resistente, nel videogioco del 2002 Star Wars : Galactic Battlegrounds: Clone Campaigns , vengono utilizzati come mezzi d'assalto della Repubblica Galattica.

> Concepito dal Supervisore di Concept Design Ryan Chiesa come il predecessore tecnologico dell'AT-AT, visto in " L'Impero colpisce ancora ", l'AT-TE venne aggiunto nella post produzione dell'Episodio II, venne animato dal gruppo di animatori guidati dal Supervisore Rob Coleman , del quale faceva parte Tom St. Amand , che aveva gia animato in stop motion gli AT-AT in Episodio V. 

>Durante la produzione, l'AT-TE venne identificato come " camminatore Clone ".

>La LEGO, utilizzò gli AT-TE nelle sue scatole di costruzioni dedicate alla Saga di Star Wars e nel suo videogioco del 2005 Lego Star Wars: The Video Game, e del 2007 Lego Star Wars: The Complete Saga.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale